Chirurgia della mano e dei nervi Brescia
Centro di Chirurgia della Mano e Microchirurgia Ricostruttiva dei Nervi Periferici presso l’Istituto Clinico Città di Brescia (Gruppo San Donato)
Sindrome dello Stretto Toracico

Anatomia dello Stretto Toracico

Lo stretto toracico è una regione anatomica molto complessa che segna il passaggio dalla regione cervicale a quella toracica e vede come protagonista non solo le struttura nervosa del plesso brachiale, ma anche l’arteria e la vena succlavia.

Disegno che illustra l’anatomia dello stretto toracico dalla regione sovraclaveare dove il plesso brachiale assieme all’arteria succlavia passa tra i muscoli scaleno anteriore e medio alla regione sottoclaveare con il passaggio costo-claveare (tra clavicola, muscolo succlavio e prima costa) fino alla regione del muscolo piccolo pettorale.

Di seguito una descrizione delle principali componenti anatomiche:

Strutture Ossee

Prima Costa
La prima costa forma il confine inferiore dello stretto toracico. È un osso largo e piatto che si articola posteriormente con la prima vertebra toracica (T1) e anteriormente con il manubrio dello sterno.

Clavicola
La clavicola si articola con il manubrio dello sterno anteriormente e con l’acromion della scapola posteriormente, formando il tetto anteriore dello stretto toracico.

Colonna Vertebrale Cervicale
Le vertebre cervicali, in particolare la C7, sono coinvolte nella struttura posteriore dello stretto toracico.

Strutture Muscolari

Muscolo Scaleno Anteriore
Origina dai tubercoli anteriori delle vertebre cervicali C3-C6 e si inserisce sulla superficie superiore della prima costa.

Muscolo Scaleno Medio
Origina dai tubercoli posteriori delle vertebre cervicali C2-C7 e si inserisce sulla prima costa, dietro al muscolo scaleno anteriore.

Muscolo Scaleno Posteriore
Anche se meno frequentemente coinvolto nella descrizione dello stretto toracico, contribuisce a delimitare la parte posteriore dello stretto. Origina dalle vertebre cervicali inferiori e si inserisce sulla seconda costa.

Disegno che illustra da una prospettiva laterale l’anatomia dello stretto toracico sovraclaveare dove il plesso brachiale attraversa i muscoli scaleni anteriore e medio, lo scaleno anteriore separa l’arteria succlavia (in rosso) dalla vena succlavia (in blu), si può anche notare il muscolo scaleno posteriore che si inserisce sulla seconda costa; è illustrata anche la regione sottoclaveare fino alla regione del muscolo piccolo pettorale al di sotto del quale passa il plesso brachiale con i due vasi.

Strutture Neurovascolari

Plesso Brachiale
Il plesso brachiale è un insieme complesso di nervi che fuoriescono dal midollo spinale e forniscono innervazione motoria e sensitiva a tutto l’arto superiore.

Vena Succlavia

La vena succlavia passa sotto al muscolo succlavio e la clavicola, decorre sopra la prima costa, adiacente al muscolo scaleno anteriore, che può influenzare il flusso venoso soprattutto durante particolari movimenti del collo e delle spalle. Medialmente è in contatto con il legamento costoclavicolare,

Arteria Succlavia
Origina dall’arco aortico (a sinistra) o dal tronco brachiocefalico (a destra) fino a diventare l’arteria ascellare. Passa nel triangolo degli scaleni formati dal muscolo scaleno anteriore e il muscolo scaleno medio. Questo passaggio è cruciale perché l’arteria può essere compressa se ci sono anomalie muscolari o strutturali. Dopo aver superato il bordo laterale della prima costa, l’arteria succlavia diventa l’arteria ascellare.

Disegno che illustra i rapporti anatomici tra la clavicola e il muscolo succlavio (in alto) e la prima costa (in basso) che definiscono lo spazio costo-claveare attraversato dai rami del plesso brachiale (giallo), l’arteria (rosso) e la vena (blu). A sinistra del plesso brachiale e dell’arteria succlavia è illustrata l’inserzione del muscolo scaleno medio sulla prima costa, mentre tra l’arteria e la vena, l’inserzione del muscolo scaleno anteriore sempre sulla prima costa.

Fasce dello Stretto Toracico

Fascia di Sibson
La fascia di Sibson, nota anche come membrana sopraclavicolare, è una struttura fibrosa situata nella regione superiore del torace. Questa fascia è una riflessione della fascia endotoracica che copre la cupola del polmone e si estende dal collo della prima costa fino alla settima vertebra cervicale. E’ spesso associata alla sindrome dello stretto toracico (TOS), dove può contribuire alla compressione nervosa.

Fascia Clavipectorale
La fascia clavipettorale si trova tra la clavicola e il muscolo piccolo pettorale minore. L’anomala tensione o ispessimento della fascia associata ad un’anomala tensione del muscolo piccolo pettorale, può portare alla compressione del plesso brachiale sottoclaveare.
La fascia clavipettorale è anche coinvolta nelle procedure di tenotomia del piccolo pettorale.

Legamenti dello Stretto Toracico

Legamento Costoclavicolare
Il legamento costo-clavicolare si trova nella porzione mediale dello spazio costo-clavicolare, delimitato superiormente dal muscolo subclavio e dalla clavicola, inferiormente dalla prima costola, e lateralmente dal muscolo scaleno anteriore​​. Può comprimere la vena succlavia, specialmente quando si trova più medialmente del normale.

Queste strutture anatomiche, in particolari condizioni possono divenire patologiche e determinare la sintomatologia dolorosa neuropatica.